partoperlefkada.com

Isole minori dell’arcipelago di fronte a Lefkada

 

veduta aerea delle isole minori di fronte a Nidrì
veduta aerea delle isole minori di fronte a Nidrì

Meganissi o Meganisi

Meganissi, o Meganisi, significa “grande isola”, ed è appunto la maggiore delle isole dell’arcipelago di Lefkada.

Meganissi, con i suoi 20 km quadrati conta 2000 abitanti suddivisi tra i 3 villaggi di Vathi, Katomeri e Spartohori, autentiche perle arroccate o adagiate sulle sponde del porticciolo, caratterizzate dalle vecchie casette bianche di pescatori, con viuzze strettissime.

La natura qui regna sovrana ed intatta: gli ulivi secolari, i cipressetti e la macchia sono stati ancora poco intaccati dall’uomo e dalle costruzioni (con qualche eccezione, purtroppo!).

L’isola si raggiunge da Nidrì in 25 minuti di traghetto, durante i quali è possibile ammirare i punti più nascosti della costa lefkadita e le altre isole minori (tra cui Madouri, Scorpio e Scorpidi). Esistono collegamenti anche con Cefalonia ed Itaca.

E’ possibile alloggiare in hotel o appartamenti (non ve ne sono molti); eventualmente, se si è in gruppo, locare un’intera villetta.

Le spiagge sono totalmente incontaminate e quasi deserte: Aghios Ioannis, Ambelakia, Bereta, Faros, Spillia, Pasoumaki, Atherinos, Limonari, Elia and Loutrolimni.

I villaggi sono collegati da una buona strada. La costa frastagliata è invece servita da strade sterrate: l’ideale è percorrerle in quad!

Da visitare, anche in pedalò, le grotte del Demone e di Papanikolis, che si trovano nella coda dell’isola, cioè sulla lunga e stretta lingua di terra che si protende verso sud. Visite alle grotte sono organizzate da tour giornalieri in battello che partono da Nidrì.

Nei villaggi si trovano bar e poetiche taverne dove gustare ottimo pesce fresco locale, magari in riva al mare.

Madouri

L’isoletta di Madouri è privata (lo sbarco è vietato), ed appartiene alla famiglia del poeta Aristotele Valoritis.

L’isola è tutta verde e intatta; l’unico edificio è la villa in stile neoclassico del poeta, ai piedi del mare.

Aristotele Valoritis nacque a Lefkada, studiò legge ma non si dedicò mai al foro; diventò invece importante poeta patriottico greco, che cantava e lottava politicamente per ottenere l’indipendenza di alcune regioni greche. Per queste sue battaglie patriottiche prese il nome di poeta nazionale.

Scorpio e Scorpidi

L’isola di Scorpio apparteneva fino a pochi anni fa alla famiglia Onassis. Lo sbarco è vietato, tuttavia se si partecipa ai tour organizzati in battello è consentito il bagno su una delle sue meravigliose spiagge. Sono presenti sull’isola alcune ville dell’armatore.

Scorpidi invece è una piccola isola vicino a Scorpio utilizzata come riserva di caccia.

Kalamos

Kalamos è una piccola isola montuosa dello Ionio, posta sotto la prefettura di Lefkada.

Ha una popolazione di poco meno di 600 abitanti; se cercate la tranquillità e la solitudine è il posto ideale.

Sull’isola vi sono due villaggi: Kalamos città, il cui porto è collegato con Mitikas, e Episkopi (60 abitanti!); Kefali, villaggio che è stato abbandonato dopo il terremoto del 1953; rimane solo la chiesa.

Kastos

Kastos è un’isoletta lunga 7 km e larga 800 metri. Esiste un solo villaggio omonimo con 120 abitanti. D’estate si anima con i turisti e con le barche.

Il villaggio è posto ad anfiteatro intorno al porticciolo. Le case sono distanziate l’una dalle altre, con orti e giardini privati.

Arkoudi

Arkoudi è un’isola privata che si trova a sud di Lefkada.

Vi è un progetto per trasformare l’isola in un residence di grande lusso, con accesso via mare o in elicottero, golf club e hotel 7 stelle. L’accesso sarà consentito solo ai proprietari delle villette e ai loro ospiti: viene così garantita la massima privacy.

Kithros, Provati, Thilia, Formikoula

Isolette disabitate dell’arcipelago, interessanti da scoprire in barca.

 

Torna a Luoghi d’interesse

Torna a home page